Tornando a chiamarla “patria”

Nel 1991, anno di composizione di questa canzone, sta per terminare il più grande processo penale mai celebrato al mondo (il “maxi-processo” contro la mafia siciliana), mentre sta per iniziare un importante processo contro gli uomini e i partiti politici corrotti, che prenderà il nome di “Mani pulite” e porterà molti potenti in galera.

Nel 1992, i magistrati protagonisti del maxi-processo saranno uccisi da Cosa nostra; nel 1994, il principale magistrato di Mani pulite si dimetterà dal suo incarico.

L’Italia – non solo la Sicilia - è in quegli anni, evidentemente, vittima di una terribile corruzione, di cui quasi tutti sono consapevoli; fra questi, il musicista siciliano Franco Battiato. Paradossalmente, come nel momento storico dell’ottimismo la parola “patria” era stata sulla bocca di tutti, in quel momento di disperazione l’artista la recupera, facendone un uso diverso ma altrettanto potente.

Esercita il tuo italiano con "Povera patria" di Franco Battiato (1991, Emi italiana), grazie a questa attività di livello avanzato. Cerca l’audio su YouTube e leggi il testo integrale (a seguire):

 

Povera patria,

schiacciata dagli abusi del potere

di gente infame che non sa cos'è il pudore;

si credono potenti e gli va bene quello che fanno,

e tutto gli appartiene.

          

Tra i governanti, quanti perfetti e inutili buffoni.

Questo paese è devastato dal dolore.

Ma non vi danno un po' di dispiacere

quei corpi in terra senza più calore?

 

Non cambierà, non cambierà.

No, cambierà, forse cambierà.

 

Ma come scusare le iene negli stadi e quelle dei giornali?

Nel fango affonda lo stivale dei maiali;

me ne vergogno un poco e mi fa male

vedere un uomo come un animale.

 

Non cambierà, non cambierà.

Sì, che cambierà, vedrai che cambierà.

 

Si può sperare che il mondo torni a quote più normali,

che possa contemplare il cielo e i fiori,

che non si parli più di dittature,

se avremo ancora un po' da vivere;

la primavera intanto

tarda ad arrivare.

 

www.italianalingua.it


Desideri maggiori informazioni su Tornando a chiamarla “patria” ?

Compila il modulo, riceverai presto una risposta.

This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

L'italiano con la musica