Populismo: come individuarlo

Da alcuni anni si è tornati a parlare quotidianamente di “populismo”. Oltre a riferirsi a un fenomeno storico ben definito (Russia, fine XIX secolo), il termine ha assunto un significato più astratto e specificamente politico-ideologico, applicabile a situazioni differenti nel tempo e nello spazio, esattamente come i sostantivi “socialismo”, “nazionalismo”, “liberalismo”, “classismo” e molti altri. Ma, trattandosi di una nozione astratta, come possiamo sapere se la stiamo applicando correttamente a un determinato fenomeno storico?

Proviamo con i dizionari di italiano. Sia il De Mauro che il Treccani, nelle loro parzialmente divergenti definizioni, ricorrono a due aggettivi in coppia, “velleitario” e “demagogico”, con riferimento all’esaltazione del popolo o dei ceti più poveri:

 

E' quindi evidente che, per poter definire populista un atteggiamento politico o ideologico, è necessario prima verificare se la sua esaltazione del popolo sia sincera e democratica oppure, appunto, demagogica e velleitaria.

E' questo l’aspetto da considerare bene prima di accusare una forza politica di populismo. Ma in questo sito non facciamo politica, per cui ci limitiamo a commentare la questione dal punto di vista linguistico e metodologico.

 

www.italianalingua.it


Desideri maggiori informazioni su Populismo: come individuarlo ?

Compila il modulo, riceverai presto una risposta.

This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

Insights scorci culturali