Due voci del soul: la luce e il buio, l'altezza e la profondità

Con la sua "Miserere" (1992, Polydor), Adelmo Fornaciari detto Zucchero - cantante italiano soul - esplora l'anima di un uomo perduto.

Esercita il tuo italiano a un livello più basso (1) o più alto (2) con questa attività (1) oppure con questa (2). Poi cerca la musica su YouTube e leggi il testo a seguire:

 

Miserere, miserere

miserere, misero me

però, brindo alla vita.

 

Ma che mistero, è la mia vita,

che mistero

sono un peccatore, dell'anno ottantamila,

un menzognero.

 

Ma dove sono e cosa faccio?

Come vivo?

Vivo nell'anima del mondo

perso nel vivere profondo.

 

Miserere, misero me

però brindo alla vita.

 

Io sono un santo che ti ha tradito

quando eri solo

e vivo altrove e osservo il mondo

dal cielo

e vedo il mare, le foreste

e vedo me che

vivo nell'anima del mondo

perso nel vivere profondo.

  

Miserere, misero me

però brindo alla vita.

 

Se c'è una notte buia abbastanza

da nascondermi, nascondermi

se c'è una luce, una speranza

sole magnifico che splendi

dentro me

dammi la gioia di vivere

che ancora non c'è.

 

Miserere, miserere.

 

Quella gioia di vivere che forse

ancora non c'è.

 

 

www.italianalingua.it

 


Desideri maggiori informazioni su Due voci del soul: la luce e il buio, l'altezza e la profondità ?

Compila il modulo, riceverai presto una risposta.

This is a captcha-picture. It is used to prevent mass-access by robots. (see: www.captcha.net)

L'italiano con la musica